In Italia, grazie alla legge n.242 del 2016, è possibile oramai acquistare cannabis legale, ovvero infiorescenze e derivati della canapa aventi un valore di THC (tetraidrocannabinolo) inferiore al limite consentito di 0,2% (ma comunque tollerato fino a un tetto massimo di 0.5%).

Questo tipo di “marijuana light” contiene inoltre alti valori di CBD (cannabidiolo), un principio attivo non psicoattivo (cioè senza effetti droganti) che però ha molte funzioni benefiche: recenti studi stanno infatti dimostrando come il CBD abbia effetti rilassanti, antidolorifici e antinfiammatori.

Considerando che siamo ancora agli albori degli studi scientifici su questa pianta, i risultati ottenuti finora lasciano presagire con ottimismo una possibile rivalutazione della canapa dopo decenni di demonizzazione e proibizionismo di cui questa forza della natura è stata vittima.

Ma tornando alla domanda iniziale, dove è possibile acquistare oggigiorno infiorescenze di cannabis light erba legale e e prodotti a base di CBD in Italia ?

In primis abbiamo i veri e propri luoghi fisici presso cui ci si può recare per l’acquisto, ovvero tabaccai, negozi e grow shop. Inoltre è possibile “far spesa” presso i vari distributori automatici che negli ultimi anni stanno spopolando in tutto il Bel Paese e che fanno da ottimo canale di vendita anno dopo anno.

Oltre ai negozi fisici, un’ altra possibilità è rappresentata dai siti di e-commerce, sempre più assortiti e specializzati a riguardo. A tal proposito, se siete interessati all’acquisto di “marijuana legale” e della miriade di derivati, vi consigliamo di dare uno sguardo alla sezione dedicata del nostro sito (www.myhempire.it/shop/).

Dove comprare la migliore cannabis legale online in Italia ?

Su MyHempire !

Ricordiamo inoltre che, stando alle leggi vigenti attualmente in Italia, l’acquisto di infiorescenze ne preclude il consumo ad uso ricreativo, è cioè permesso soltanto l’acquisto a fini collezionistici. Ergo il consiglio resta quello di non aprire la confezione di infiorescenze ma lasciarne intatta la sigillatura poiché potenzialmente perseguibili per legge, quindi la discrezionalità resta sempre un requisito fondamentale in attesa di colmare le lacune legislative ancora presenti oggi dopo quasi 5 anni dall’entrata in vigore della famosa legge 242/16.

Author MYHEMPIRE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *